Don Dario Viganò, Prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede, intervistato da Radio Vaticana, spiega agli ascoltatori il significato di OrdinaryHeroes, espressione della cultura pop odierna. Il Papa è sì raffigurato come un supereroe, ma ha i tratti dell’umanità, della persona e per questo riconosciuto come molto più simile a noi di quanto si possa immaginare. Nel contesto di un mondo in cui tutto è arrabbiato, grigio, gridato, il tratto che fa sorridere e riporta un po’ di gentilezza è un antidoto alla cultura dell’urlo e delle rivendicazioni in cui, ormai siamo abituati a convivere e che ci ha reso ciechi e indifferenti nei confronti di chi è più debole e si trova ai margini della società.

Parte dei proventi ricavati dalla vendita della t-shirt andranno alle Opere di Misericordia dell’Obolo di San Pietro. Ai detrattori che sostengono che l’opera di Superpope desacralizzi la figura di Papa Francesco, Don Dario Viganò replica ricordando a tutti che il primo impegnato a desacralizzare la figura del Pontefice è lo stesso Papa Francesco, presentandosi come un pastore, una guida, che ha bisogno del suo popolo. È il tratto della vicinanza e della prossimità a caratterizzarlo e viene raffigurato e racchiuso sapientemente nella figura di Superpope.

Ascolta l’intervista completa su Radio Vaticana